Ode alla masturbazione femminile

Nella vita di ogni ragazza, prima o poi, arriva il giorno in cui fa per se stessa un’importante scoperta: si scopre che la vagina esiste non solo per inserirvi gli assorbenti interni.

Si scopre che i genitali, quando vengono toccati e tutti i tipi di stimolazione degli stessi, sono in grado di fornire un piacere indescrivibile.

E così, tornando a casa dopo appuntamenti capricciosi con bei ragazzi, dopo baci romantici, appassionatamente sotto la luna e coccole inebrianti nei corridoi bui, si chiude in bagno e. inizia a masturbarsi.

L’energia sessuale accumulata si fa sentire: un rossore sul viso e mutandine bagnate alludono alla loro padrona – "Hai bisogno di relax!" E la ragazza prende una decisione: chiude a chiave la porta del bagno, isolandosi da tutti e da tutto e, chiudendo lascivamente gli occhi, si tuffa in un altro mondo, il mondo dei sogni e delle fantasie erotiche, dove tutto è possibile – puoi concediti le gioie del sesso con il tuo amato ragazzo, puoi fare l’amore come una bella ragazza o immaginarti nei panni di una spogliarellista mozzafiato, nascosta tra le braccia di numerosi uomini chic e sessualmente insaziabili che vogliono impossessarsi di te. Il dito lavora sempre più velocemente, il respiro diventa pesante e mosso, incredibile
il ciclo delle fantasie raggiunge il suo culmine. Un’altra boccata d’aria, un gemito appena contenuto. e il piacevole tepore della lava cade sul corpo, eccitato fino in fondo.

Artigianato, perversione. Con qualunque termine idiota la società ha soprannominato questo passatempo innocuo e piacevole, che di volta in volta sia uomini che donne si abbandonano! "La civiltà rende una persona nevrotica", – Sigmund Freud ha parlato una volta. Probabilmente è così. Ad ogni modo, la masturbazione, in particolare la masturbazione femminile, non è mai stata accolta dalla società. Mai.

Per molto tempo, la masturbazione è stata considerata una manifestazione di patologia mentale, irta di debolezza sessuale e persino infertilità. Anche Ippocrate ha scritto che i masturbatori non espellono lo sperma, ma il midollo spinale. Dove porta questo, beh, indovina! Esatto, all’idiozia, alla schizofrenia e ad altre tristi diagnosi. Cosa possiamo dire della masturbazione femminile! Nel diciannovesimo secolo, le ragazze sorprese a masturbarsi, "trattati" con mezzi molto duri: si legavano le mani di notte, costretti a indossare una cintura di castità, rimuovevano il clitoride o lo bruciavano con un ferro caldo. Nel nostro paese non si parlava praticamente di masturbazione. Perché impegnarsi nella masturbazione non era in alcun modo legato all’elevata immagine del costruttore del futuro comunista. Una tipica eroina madre sovietica, assorbita dalla mattina alla sera con il lavaggio, la stiratura, la pulizia, le urla dei bambini e improvvisamente – masturbandosi! In qualche modo non si adattava nemmeno alla mia testa! È possibile?!

Perché, infatti, la masturbazione ha sempre incontrato una resistenza così disperata da parte della società? Per quale motivo la gente ha impugnato le armi contro questa occupazione innocente? Perché un’adolescente che si masturba è stata chiamata insegnante-educatrice? "puttana volgare" e altri epiteti offensivi? Forse sarebbe meglio se lei, sperimentando il desiderio sessuale, condividesse un letto con un giovane non amato? E poi, in effetti, la masturbazione, essendo di fatto esercizio per i genitali, è peggio del solito insieme di esercizi per rafforzare la pressa addominale oi muscoli del cingolo scapolare..

Grazie a Dio, oggi tutti, come uno, capiscono che la masturbazione non rende una persona autistica o schizofrenica, e da questa piacevole attività i suoi peli pubici non cadono ei suoi denti non diventano neri. Per gli uomini, questa occupazione non minaccia affatto l’impotenza e non conosciamo ancora una sola donna che sia diventata frigida o sterile a seguito di sessioni pianificate di autogratificazione sessuale. Scaviamo più a fondo: a differenza di una procedura così piacevole come il processo di assorbimento del cibo, la masturbazione non è irta di dolori allo stomaco e, scusate, costipazione.

E se parliamo della bella metà dell’umanità, probabilmente ti interesserà sapere che, secondo una ricerca del Centro sessuologico di Monaco, le donne che si masturbano regolarmente hanno un orgasmo più luminoso e più attivo. Urla, gemiti, scintillio ipnotizzante negli occhi e la presa di un gatto sull’onda del piacere: questi uomini espressivi e follemente eccitanti sono donne sexy "cose" molto caratteristico delle ragazze che hanno esperienza di orgasmo di autogratificazione.

E inoltre. Le donne che evitano la masturbazione hanno maggiori probabilità di cadere in stati depressivi, visitano i medici per e senza motivo, alla ricerca di piaghe esistenti e inesistenti. I ricercatori ritengono che gli amanti del divertimento con i propri corpi siano più tolleranti nei confronti delle difficoltà della vita e dei disturbi mentali. E chi, dopo di ciò, osa chiamare la masturbazione un’occupazione dannosa e priva di significato?!

La masturbazione per una donna non è solo un modo del tutto normale da un punto di vista fisiologico per soddisfare i propri desideri sessuali, ma anche una grande opportunità per conoscere se stessa, il suo corpo, le sue reazioni sessuali. È stato grazie all’autogratificazione che molte ragazze hanno imparato per la prima volta cos’è un vero orgasmo. Questo stato non può essere espresso a parole! Come dice il proverbio, non puoi spiegare a qualcuno che non l’ha sperimentato, e chiunque l’abbia provato non lo confonderà. Una donna che non ha esperienza nella masturbazione non è mai pienamente consapevole delle sue inclinazioni sessuali e delle sue zone erogene. E, al contrario, una ragazza che ha familiarità con il meccanismo dell’autogratificazione ha un’idea molto specifica di ciò che la eccita e di come la eccita, conosce il suo corpo e comunica con esso su "tu", in grado di incanalare gli sforzi sessuali del suo partner nella giusta direzione.

In effetti, le donne si masturbano più spesso di quanto pensano gli uomini. Uno dei nostri buoni amici, una ragazza allegra dall’aspetto molto piacevole, non è stato senza piacere a raccontarci di come lei, riprendendo a malapena conoscenza dopo il parto, abbia letteralmente sbalordito le ostetriche con una domanda non standard: "Ho delle forti pause. Cosa c’è con il mio clitoride?" "Perché hai bisogno di lui?" – rise la giovane infermiera. "Sì, era bravo. Eravamo molto amici con lui!" – ridendo e contorcendosi per il dolore allo stesso tempo, scherzava l’allegra madre. Con il suo clitoride, grazie a Dio, è tutto in ordine. Sono ancora amici. Frequentemente e regolarmente. Ciò che auguriamo a tutti voi dal profondo del nostro cuore.

. Succede in modo diverso per ogni ragazza. Ognuno ha il suo modo, il suo meccanismo, la sua fantasia erotica preferita. Qualcuno raggiunge le vette del piacere accarezzando il clitoride con un dito bagnato, qualcuno usa un forte getto di doccia invece di un dito e qualcuno si concede i propri piaceri con un massaggiatore elettrico. Le donne amano sperimentare! Attrito contro la cucitura dei tuoi pantaloni preferiti, contatto delle gambe nude sotto una gonna o un vestito, andare in bicicletta: i modi di allenamento per il sesso personale per le donne possono essere molto diversi, i più inaspettati, i più incredibili. Qualcuno,
immergendosi nel mondo dei sogni erotici, si immagina tra le braccia del suo amato attore cinematografico, qualcuno si gode scene virtuali di amore lesbico, qualcuno si vede a letto con due uomini contemporaneamente. Ogni donna ha la sua fantasia preferita, quella che porta necessariamente al rilassamento, a un’estasi vertiginosa, a uno stato mentale e fisico beato..

A proposito, in una vera intimità con un uomo, una donna è in grado di evocare consapevolmente uno dei suoi sogni preferiti e, in pochi minuti, diventare estremamente eccitata. A volte queste stesse fantasie sono così franche e audaci che i registi di film porno con le loro tipiche trame standard semplicemente riposano! Il ciclo di sogni erotici che attraversa la mente di una donna che si masturba è inaspettato e sfaccettato, come la donna stessa. Purtroppo non tutti gli uomini ne sono consapevoli. Se gli uomini vedessero tutte queste fantasie erotiche femminili con almeno un occhio, le loro armi, senza esitazione, si troverebbero in una posizione di prontezza al combattimento.

L’unica cosa di cui i gentiluomini sessuologi avvertono le donne è di non rimanere bloccati da nessuno, anche immensamente amato, per raggiungere l’orgasmo attraverso la masturbazione. Perché? Perché una donna in questi casi sviluppa spesso una certa catena di riflessi. Come risultato della formazione di una tale catena riflessa, una donna che raggiunge facilmente e naturalmente l’estasi durante la masturbazione spesso trova difficile raggiungere l’orgasmo nel sesso con il partner. La presenza di un uomo la distrae e la infastidisce persino. Lo farei ancora! Dopotutto, un vero partner viene semplicemente eliminato dalla catena riflessa formata nella mente della donna. Se una ragazza è abituata a raggiungere l’orgasmo stimolando il suo bellissimo clitoride con un getto d’acqua, questo è sicuramente fantastico. Si può solo gioire per lei: una varietà di sensazioni sessuali le è semplicemente garantita. Ma se questo metodo per raggiungere l’orgasmo diventa l’unico. Mi scusi, ma cosa farà a letto con un uomo? Prendi un tubo dalla doccia. In breve, la masturbazione non dovrebbe essere solo piacevole, ma anche varia.!

Gli psicologi credono, e non senza ragione, che il comportamento sessuale femminile sia una sorta di risposta alla bella metà dell’umanità "ordine" uomini. Con un’educazione rigorosa e puritana, la società, e soprattutto gli uomini, esigevano mansuetudine, devozione e modestia da una donna. Naturalmente, in una società del genere, le donne non pensavano nemmeno a un qualche tipo di piacere fisico.. "Masturbazione? Che sciocchezza volgare! Cos’è tutto questo?" Nella nostra epoca, l’era della sessualità schietta e schietta, gli uomini esigono da una donna non la mansuetudine, ma l’ardore, non una responsabilità, ma un vantaggio. Ecco perché oggi molte ragazze trattano la masturbazione come un fenomeno del tutto normale, come una manifestazione della propria sessualità, come un modo di conoscenza di sé e soddisfazione di sé..

Agli uomini piace guardare una donna che si masturba. Spesso, il problema della masturbazione femminile interessa così tanto i rappresentanti della metà forte dell’umanità che sembra che semplicemente non abbiano i loro problemi e non li abbiano mai avuti..

In effetti, una ragazza assorta nel processo di masturbazione, gemendo appassionatamente, coperta da un velo di piacere è uno spettacolo molto eccitante. Con una donna così assetata di sesso e passione, voglio solo immergermi nell’atmosfera di euforia sensuale e piaceri impensabili. "Lo vuole, qui e ora, forte e profondo!" – attraversa la testa di un osservatore maschio, e da questo solo pensiero vuole buttare via i suoi vestiti e, senza esitazione, soccombere all’istinto, entrare a far parte del gioco d’amore inventivo di questo ordine della bellezza fatale eccitata.

Ebbene, benvenuti nel paradiso giardino dei piaceri reciproci, piaceri fisici spericolati, armonia reciproca di corpi e anime! Un giardino dove sogni segreti e fantasie erotiche diventano realtà, aprendoci nuovi orizzonti di piaceri sensuali.

Articoli simili

  • “Zone proibite” si risveglia ed eccita

    Sai già tutto e non hai bisogno del consiglio di nessuno nel campo del sesso, e inoltre questo non riguarda nessuno tranne te. Eppure, amore e sesso…

  • Sesso tantrico per principianti

    State insieme da molto tempo e la vita sessuale inizialmente tempestosa ha iniziato in qualche modo a stabilizzarsi: sono state provate tutte le pose del Kamasutra che sono sicure per la vita,…

  • Suggerimenti per gli uomini per diventare l’amante perfetto

    Il corrispondente della rivista MAXIM ha fatto una serie di scoperte spaventose sulla base di uno studio sul pubblico femminile wday.ru e maximonline.ru. Si scopre che…

Related Posts